10 piante pericolose, che è meglio non avvicinarsi

<

Ustioni, prurito, allergie - questo non è un elenco completo dei problemi che ti attendono in caso di contatto accidentale.

Si sa che queste piante pericolose sono meno di ortica, anche se molte di esse bruciano molto più fortemente. Allo stesso tempo possono essere trovati nel tuo parco preferito, lungo il marciapiede, sul quale vai a lavorare, sul prato verde, dove hai deciso di fare un picnic.

1. Hogweed Sosnovsky

Questo "aneto" gigante con grandi infiorescenze bianche su steli spessi può raggiungere i tre metri di altezza. Vedi questo - non avvicinarti.

Il succo di Hogweed contiene furanocumarine, che privano la pelle della protezione UV. Pertanto, bruciature e vesciche di grandi dimensioni appaiono nelle aree interessate, anche sotto il sole accarezzante o il sole della sera. E se il succo sale sugli occhi mucosi, puoi diventare cieco.

In tutta onestà, diciamo che ci sono anche specie non pericolose di hogweed. Alcuni di loro addirittura mangiano. Ad esempio, per la preparazione del borscht, da cui il nome.

Ma se non sei un nerd e non sei sicuro che gli specifici ombrelli e gambi con le foglie sotto di loro siano innocui, è meglio non rischiare.

2. Prato di pastinaca

Questa è anche una pianta ombrello. Vero, più piccolo e con infiorescenze di colore giallo pallido. Gli psoraleni della pastinaca sono il succo e il polline della pastinaca, sostanze che, come le furanocumarine in panace, aumentano la sensibilità della pelle alla luce solare. Il risultato - ustioni (striature, macchie, eruzioni cutanee, vesciche), compaiono sul sito interessato entro 24 ore dal contatto. La pastinaca più pericolosa è considerata durante il periodo di fioritura, cioè in luglio-agosto.

3. Buttercup

Il nome sembra gentile, anche dolce, ma questa pianta è solo un fiore apparentemente fiorito (sì, giallo, bello). Le bacche iniziano dopo il contatto.

Il succo velenoso del ranuncolo BUTTERCUP provoca gravi irritazioni alla pelle - con prurito e vesciche. Una volta in bocca e nel naso, il polline dei fiori provoca tosse e spasmi laringei.

Quindi raccogliere mazzi di fiori di ranuncolo e annusarli assolutamente non ne vale la pena.

4. Larkspur (delphinium)

Questa pianta proviene anche dalla famiglia astuta di ranuncoli, anche se sembra che i suoi steli alti, ricoperti di piccoli fiori blu e viola, non assomiglino a nulla.

A contatto con la pelle, il succo e il polline dei larkspot possono causare irritazione, come quella che appare a contatto con le ortiche.

A volte i fiori delphinium allevati come decorativi. In questo caso, puoi lavorare con loro solo con i guanti, e anche tenere lontani i bambini e gli animali domestici dai fiori.

5. mal di schiena (erba del sonno)

Un altro parente del ranuncolo apparentemente innocuo, ma predatore. Il suo succo contiene alcaloidi velenosi, che causano l'infiammazione della pelle e delle mucose. Pertanto, per strappare tali fiori preferibilmente nei guanti.

6. Rovere di veleno

Questo è un bellissimo arbusto con foglie quasi lucide e ricche di fave appartenenti al genere dei tossicodendri - "alberi tossici", se tradotto letteralmente questo nome dal latino.

Le sue foglie e gambi contengono le allergie olio urushiolus all'edera velenosa, quercia e Sumac. Irritazione della pelle e può causare gravi allergie - un prurito eritema rosso con dossi e protuberanze.

Secondo gli esperti del Centro Americano per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC), le reazioni gravi richiedono anche cure mediche di emergenza alle PIANTE VELENOSE.

7. Edera velenosa

Il parente più prossimo della quercia velenosa, e le sue abitudini sono le stesse. Per distinguerlo dall'altra edera è semplice: ogni ramo del velenoso termina con tre foglie lucide. A seconda della stagione, le foglie possono essere sia verdi che belle, gialle, arancioni e persino rosse.

8. Cenere (cespuglio ardente)

Cenere forma un arbusto sottile con molte belle infiorescenze ed è spesso usato come decorazione di giardini. Ma questa spettacolare pianta è pericolosa. Quando sono maturi, i suoi semi risaltano un'enorme quantità di olio essenziale. Se porti una partita alla pianta, una fiamma si accenderà sopra di essa. In questo caso, gli yasenet non soffriranno. Una caratteristica così curiosa e la ragione per l'aspetto del secondo nome: il roveto ardente.

BURNING BUSH non è autorizzato a toccare i yasens senza guanti e indumenti chiusi. Immediatamente non sentirai nulla, ma dopo circa un giorno possono comparire ustioni con vesciche sulla pelle colpita. Più tardi le vesciche scoppieranno e le cicatrici rimarranno al loro posto.

9. Euforbia

Tutti i tipi di specie di questo enorme tipo di piante a volte differiscono molto l'uno dall'altro: alcuni sembrano fiori selvatici, altri sembrano cactus ... Unisce tutti i rappresentanti di una cosa: la linfa lattiginosa caustica che ha dato il nome al tipo.

Questo succo è la cheratouveite tossica causata dalla linfa delle piante di Euphorbia. Sulla pelle, lascia ustioni, e una volta sulla mucosa dell'occhio, provoca una sensazione di bruciore acuto e cecità temporanea. Successivamente, possono verificarsi sintomi come febbre, malessere ed edema.

10. Chicco di ricino

Questa pianta è olio di ricino. Ma mentre si cucina il burro, i frutti di ricino subiscono un potente trattamento a vapore, che distrugge le tossine che contengono. Ma se le tossine non vengono rimosse, possono sorgere problemi.

Tocca la ruota può essere. Ma non dovresti strapparlo: se accidentalmente danneggia la pelle del frutto, puoi ottenere una dose di ricina. Una volta in bocca (per esempio, con le mani scarsamente lavate), questa sostanza può causare un caso di avvelenamento da semi di ricino per sviluppare una gastroenterite, comprese quelle fatali. Ulteriori effetti collaterali sono disturbi neurologici e lesioni delle mucose degli occhi.

Come assicurarsi che prima di te pianta velenosa

Distinguere una pianta pericolosa da una sicura è abbastanza difficile. Spesso, questo compito può farcela a meno che non sia un nerd professionista. Pertanto, c'è un solo consiglio: in caso di dubbio, è meglio non avvicinarsi.

Bookworm può utilizzare l'applicazione PlantNet. Basta scattare una foto della pianta, specificare la posizione (per accelerare la ricerca) - e ottenere il nome più probabile per il tuo fiore.

Cosa fare se tocchi una pianta velenosa

  1. Appena possibile, sciacquare la pelle con acqua corrente, o almeno pulire con un panno umido.
  2. Applicare la crema antistaminica sulla zona interessata per ridurre i sintomi di irritazione.
  3. Prendi un antistaminico. Qualsiasi adatto, basta seguire chiaramente le istruzioni.
  4. Se stiamo parlando di contatto con piante che aumentano la sensibilità della pelle alla luce solare, prova a nasconderlo dal sole per i prossimi giorni: passa più tempo in casa e indossi le maniche lunghe.

<

Messaggi Popolari